Il WILD Trekking

SASSOVIVO WILD non è solo MTB ma anche TREKKING !!!

anche quest’anno, per accompagnatori e amanti del trekking, abbiamo pensato di affiancare alla manifestazione ciclistica una passeggiata nei boschi nti dove avrà luogo la WILD.
Percorrendo sentieri immersi nel verde raggiungeremo la bellissima Abbazia di Sassovivo un complesso benedettino di suggestiva bellezza.

L’abbazia isolata su uno sperone di roccia e circondata da una lecceta secolare, bellissima ed enorme, ricopre 7 ettari, tra le più antiche e primigenie dell’intera Umbria (area protetta regionale), si trova in posizione panoramica sulla sottostante Valle Umbra e città di Foligno. Al suo interno potremo visitare il chiostro romanico (1229), a pianta quadrangolare con 58 archi sorretti da un doppio ordine di 128 colonnine elicoidali con capitelli gigliati. Nel 1340 vi venne aggiunta una grande cisterna centrale e nel 1623 fu costruito un pozzo. Al suo interno è anche custodito un affresco della “Vergine in trono con Bambino” del XIV secolo.

Da li potremmo proseguire per andare ad ammirare i resti della Cripta del Beato Alano (XI secolo), residuo di S. Maria della Valle, il primo nucleo di Sassovivo.
Superata l’Abbazia di Sassovivo di pochi centinaia di metri si incontra un largo spazio con un piccolo edificio con due arcate frontali ( Eremo del Beato Alano ) e una vecchia fonte, ciò che rimane della vecchia chiesa S. Maria del Vecchio (o de Veccli), posta a trecento metri dalla rocca di Sassovivo.
La chiesa di Santa Maria in Valle prese successivamente il nome di Cappella del Beato Alano in onore ad un monaco di Sassovivo, di origine tedesca, che vi trascorse alcuni anni da eremita e alla sua morte avvenuta nel 1313 vi fu sepolto. Della primitiva chiesa che si sviluppava nella parte retrostante non resta che il portico, una parte della facciata, l’arcata della porta, una finestra cieca e la cripta dell’XI secolo si raggiunge scendendo dei ripidi scalini.
La struttura è romanica con volte in pietra sostenute da colonne con capitelli romani recuperati da strutture precedenti.

Dalla fonte si snoda un sentiero tra lecci secolari, ginepri e corbezzoli che porta il nome di “Passeggiata dell’Abate“, un sentiero che si dipana in falsopiano dove oltre mille anni fa l’Abate benedettino dell’Abbazia, con i suoi confratelli, si raccoglieva nel silenzio in preghiera tra i boschi. Il percorso attraversa una lecceta, intatta nella sua origine ed è un elemento di rara bellezza e di grande valore ecologico costituendo un esempio delle leccete primigenie umbre.

Nella frescura e nelle penombra degli alberi si arriva alla Torretta di San Bernardo, piccolo edificio a forma ottagonale situato su uno sperone di roccia proprio di fronte all’abbazia aldilà del Fosso Renaro, punto panoramico che apre lo sguardo per tutto il canalone fino alla valle di Foligno.
Il tetto a capriate di legno è di notevole fattura.

• il costo della passeggiata sarà di 5€ (comprensiva di assicurazione CSI )
• Il percorso non è adatto a passeggini e a bambini sotto i 10 anni
• necessario abbigliamento e calzature adatte per percorsi trekking
• possibilità di poter pranzare nella corte del Convento di San Bartolomeo
• Servizio Navetta per poter tornare al Convento di San Bartolomeo per chi ne volesse usufruire
• le iscrizioni aprono alle 07.30

NON VI RESTA CHE VENIRCI A TROVARE

Iscriviti ORA

Nella pagina delle iscrizioni troverai diversi pacchetti che sicuramente soddisferanno le tue necessità

VI ASPETTIAMO!!!